Uncategorized

IL PROBLEMA DELL’INFANZIA E’ L’ASSENZA DI VALORI . E SIAMO NOI ADULTI A DOVERLI NUTRIRE PER PRIMI

Prima ci rendiamo conto di cosa succede ai nostri figli, meglio è. Non esiste un passato migliore o un futuro peggiore. C’è un presente ed è quello che abbiamo. Né meglio né peggio: diverso. Prima c’erano combattimenti tra gang e note minacciose nello zaino. Ora, le lotte nella chat di un social network, anche in gruppi privati. Prima che le riviste “per adulti” fossero nascoste sotto il materasso. Ora guardano scene  nei video musicali (a volte nascosti). Dobbiamo capire in quale mondo viviamo. A tale proposito, nulla è molto diverso, ma è cambiato l’ambiente e i veicoli per la trasmissione di informazioni. Sì, ora la valanga di informazioni è maggiore e il controllo parentale più complesso. Ma, purtroppo, ciò che sta cambiando è l’uso dell’unico strumento che guida veramente i nostri figli lungo un percorso etico e appropriato: i valori. Sì, per quanto ci faccia male riconoscerlo, il problema dei bambini di oggi è l’assenza di valori.

Ci sono sempre i stati bulli. Sempre vittime i bambini più timidi .

Tuttavia, i bambini di prima, quelli che ora hanno figli, avevano qualcosa che inizia a mancare nei nostri figli: una scala di valori. Alcuni bambini non sanno nemmeno cosa sia. Che cos’è la perseveranza? Che cos’è l’empatia? Rispetto? Chi? Ci perdiamo in così tante scuole educative, così tante teorie, così tanto “diritto del bambino”, così tanta libertà, tanta demagogia … E anche noi non abbiamo tempo. È tempo di parlare davvero con loro, di essere interessati a ciò che pensano, a ciò che sentono … È tempo di giocare con loro (sì, i genitori possono e dovrebbero giocare con i loro figli).

 

“Cose chiare e cioccolato denso”, disse mia nonna. Valori. Le cose chiare. Qualcuno con valori, nonostante i loro ostacoli, i loro dubbi, la loro curiosità verso alcune “tentazioni”, alla fine, sapranno come continuare sulla strada giusta. E in modo che non ci siano dubbi, ecco un elenco dei valori che dovrebbero sempre alimentare:

 
  • Rispetto. E qui non parlo di avere paura dei genitori. Rispetto, nessuna paura.
    Non si tratta di usare la punizione fisica. Il rispetto si ottiene con il legame, con l’esempio e con rispetto.
    Ma anche con regole e limiti molto chiari. Senza dubbio.
    I bambini vedranno che i loro genitori rimangono fermi nelle loro decisioni e non perderanno credibilità.
    E, naturalmente, rispetto per gli altri. Rispetto i loro coetanei.
    Alla fine capiscono che “non fare all’altro ciò che non vuoi che ti facciano”. È così semplice
     
 
  • Empatia È vero che ci sono bambini che hanno già più empatia di altri. Sono più sensibili a ciò che li circonda.
    Altri, tuttavia, più introversi, sono più bloccati nel loro mondo. Ma l’empatia può essere incoraggiata.
    Usa molto la comunicazione. Ma la comunicazione delle emozioni.
    Forse, le persone con poca empatia sono perché così hanno avuto un problema in passato una difficoltà nel riconoscere e incanalare le emozioni
    . Pratica ed esercita l’intelligenza emotiva. Sì, tuo figlio deve affrontare tutte le emozioni: devi lasciarlo essere triste,
    arrabbiato,  frustrato, concedergli che abbia paura e, naturalmente, gioia.
     
  • – Tolleranza Tuo figlio non vive da solo nel mondo. Devi imparare dai piccoli a vivere con il resto.
    La tolleranza e il rispetto delle differenze (sì, anche opinioni) è essenziale.
    Sicuramente molte volte tuo figlio ha lasciato la scuola lamentandosi di un compagno di classe sul suo modo di essere.
    Bene, eccoti entrato. Se il reclamo non è per un comportamento aggressivo, se non altro perché non gli piace
    come gioca o come parla … se è perché non gli piace il suo modo di spiegare le cose …
    eccoti a spiegare che è un dovere rispettare il modo di essere degli altri.
 
  • – Coerenza Non puoi chiedere ai tuoi figli qualcosa che non fai anche tu.
    Oppure chiedi una cosa e il giorno dopo un’altra completamente diversa. Usa il buon senso.
 
  • – Sincerità Se sei il primo a mentire a tuo figlio, capirà che le bugie sono accettabili.
    Prima di tutto, dovresti fargli capire che la sincerità ti fa sentire bene con te stesso e gli altri.
    Ti aiuterà anche a ottenere rispetto.
 
  • Gratitudine. Essere grati aiuterà tuo figlio a rafforzare l’amicizia e ad essere valutato di più.
    E sai che il modo migliore per instillare questo valore è l’esempio.
    Puoi suggerire che tuo figlio inizi a ringraziare i suoi amici per quello che fanno per loro attraverso disegni,
    messaggi di ringraziamento … Vedrai il risultato che ha.
 
  • – Umiltà Molti dei problemi di oggi, legati alla violenza infantile, hanno a che fare con l’arroganza, la mancanza di umiltà.
    Sono bambini che o vogliono attirare l’attenzione disperatamente a causa di una tremenda assenza di amore,
    o perché sono stati così sopravvalutati e iperprotettivi, da credersi veramente sopra gli altri.
    Stai attento Nessuno è più o meno. E tutti commettiamo errori.
    La grandezza è saperli riconoscere, che nulla ha a che fare con chinare la testa in assoluta sottomissione.
    È ciò che tuo figlio deve capire.
 
Indubbiamente, ci sono molti altri valori importanti: sforzo, perseveranza, pazienza ...
 Tutti sono importanti. Ma forse, per la convivenza con gli altri, quelli che abbiamo sottolineato, sono i più essenziali.
Non aspettarti che la scuola si occupi di tutto ciò. Non sono loro.
 Sei tu Tu che devi insegnare a tuo figlio a rispettare, tollerare e mostrare empatia verso gli altri. 
Quando sono piccoli, puoi usare il gioco. Gioca con lui e insegnagli attraverso i giochi alcuni valori.
 Quando saranno più grandi, approfitta del legame che hai creato da quando ero piccolo. 
Ti ammirano, ti amano e non vogliono deluderti. Insegna loro con l'esempio e avrai una lunga strada da percorrere.

traduzione dell'articolo di Estefania Esteban tratta da
https://www.guiainfantil.com/blog/educacion/valores/el-problema-de-los-ninos-de-hoy-en-dia-es-la-ausencia-de-valores/?fbclid=IwAR3dZ_t02vaz0LCmvPN4fD5jdHCRBgxkzRBcIabTqSJtoX2cYOmqvaCRbvE

 

 
 
 
 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.