Uncategorized

LA PRIMA UNIVERSITA’ PUBBLICA CHE FORMA MAESTRI RIBELLI PER ROMPERE CON LA SCUOLA TRADIZIONALE

Pubblicato il
La pedagogia è anacronistica, sempre in ritardo, ha detto Ortega y Gasset. 
All'Università Complutense lo ammettono: le scuole hanno avanzato e l'Accademia apre la strada 
al cambiamento pedagogico. La Complutense di Madrid sarà la prima università pubblica che ribalta 
il modo di insegnare ai futuri insegnanti con un'aula che rompe con la pedagogia tradizionale. 
Si chiama Hiperaula ed è uno spazio in cui non ci sono gerarchie; Insegnanti e studenti sono allo stesso livello. 
Non c'è palcoscenico per l'insegnante. Né una lavagna.
 E cessano le lezioni a porte chiuse con l'introduzione della codocenza: gli insegnanti insegneranno insieme.
È dimostrato che un gruppo eterogeneo di studenti migliora i risultati accademici; 
i più avanzati tirano gli altri. Ma per un singolo insegnante è molto difficile lavorare con diverse capacità e 
velocità di apprendimento ”, spiega Gonzalo Jover, preside della Facoltà di Scienze della Formazione. 
A suo avviso, uno dei drammi del modello tradizionale è che non riesce a trattenere gli studenti: 
il tasso di abbandono spagnolo è del 17,9%, al di sopra della media europea del 10%. 
Pertanto, Hyperaula cerca di promuovere la codocenza, che è la presenza di più di un insegnante in classe.
“Il 20% dell'efficacia di un insegnante dipende da ciò che i suoi compagni di classe avevano negli anni precedenti. 
È quello che viene chiamato l'effetto di contagio tra pari, o ciò che è lo stesso, t
utto ciò che un insegnante assorbe quando collabora con un altro ”, spiega Eva Flavia Martínez, 
ricercatrice presso la Harvard University School of Education.
 Questi dati derivano da uno studio condotto in oltre mille scuole della Carolina del Nord, pubblicato nel 2016......

traduzione di parte di un articolo di :

https://elpais.com/sociedad/2019/07/09/actualidad/1562693144_635772.html

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.