Blog

I bambini non possono stare seduti 6 ore in classe

Pubblicato il

Javier Romero, professore ordinario all’Università di Alicante, musicologo e insegnante di musica, ha tenuto più di 700 corsi in 20 paesi. Il metodo che spiega ai suoi studenti universitari e agli altri insegnanti attraverso seminari di discussione si chiama Bapne ed è basato sulle percussioni corporee.

”L’obiettivo principale della metodologia è la possibile stimolazione delle funzioni esecutive attraverso la neuromotricità e  la coordinazione motoria. Siamo in grado di articolare diverse  attività specifiche per stimolare l’attenzione , il controllo degli impulsi e la memoria di lavoro. Ovviamente il tutto  è proposto con una modalità ludica . “, dice Romero . “Ogni volta che parliamo con gli insegnanti , tutti ci dicono che osservano due grandi problemi in classe. Il primo è la deconcentrazione, la mancanza di attenzione durante le proposte. Il secondo è il comportamento socio-emotivo tra gli studenti , che ha un grande impatto sull’insegnamento. Per questo motivo tutte le attività della metodologia sono focalizzate per fornire risposte veloci e molto efficienti per questi problemi e per essere in grado di migliorare la sessione, creando un gruppo. Le mie lezioni all’università sono poco teoriche e molto pratiche  e offrono diversi strumenti concreti per il futuro insegnante “, aggiunge Romero.

Nel 1837, secondo questo musicologo, un pedagogo lo aveva già accennato: Friedrich Froebel creò risorse e pubblicò libri con melodie e coordinazione motoria poiché intuì che il bambino non poteva sedere per sei ore di fila in classe.

“Il metodo Bapne è un metodo di stimolazione cognitiva, socio-emotiva, psicomotoria e neuroriabilitativa basato sulla neuromotricità. Utilizza le percussioni corporee come una risorsa didattica che ha come scopo la stimolazione delle funzioni cognitive e delle funzioni esecutive”, descrive Romero, con lezioni con molto il movimento.

“È molto importante che dopo una sessione di 50 minuti gli insegnanti possano motivare gli studenti con esercizi specifici che è stato dimostrato sono molto positivi per l’apprendimento. Ci sono piccole attività legate alle funzioni funzioni cognitive ed esecutive che ci aiuteranno a vedere un altro paradigma ” e aggiungiamo noi che ne abbiamo bisogno

estratto da

https://amp.farodevigo.es/sociedad/2019/09/14/javier-romero-nino-sentado-seis/2170073.html?__twitter_impression=true

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.