Blog

Una città verde, un fantastico progetto italiano in Cina

Pubblicato il

In diversi paesi del mondo si sta sviluppando un’architettura urbana che non solo limiti l’impatto ambientale negativo ma che addirittura ne crei uno positivo. Ne abbiamo un esempio a Milano e diversi in Olanda e in tutto il mondo. In Cina stanno addirittura progettando un’intera città di 30.000 abitanti che invece di inquinare produce aria pulita. L’idea è semplice, anzichè eliminare la flora per far spazio al cemento si proveranno ad aggiungere circa 40.000 alberi e 1 milione di piante di 100 diverse specie. Si sta occupando del progetto un architetto italiano Stefano Boeri, lo stesso della foresta verticale di Milano.

Si tratta di un megaprogetto ideato per creare la prima città forestale al mondo,a nord di Liuzhou. La città aspira ad assorbire quasi 10.000 tonnellate di CO2 e 55 tonnellate di altri agenti inquinanti. Si spera di produrre circa 900 tonnellate di ossigeno.

Tutti gli edifici saranno coperti di piante per combattere il surriscaldamento globale, i tetti ospiteranno piante e arbusti che aiuteranno ad assorbire la pioggia e ridurranno il deflusso.

La convivenza con la flora e la riforestazione della terra non sono l’unico pregio di questo progetto. tutta l’energia elettrica verrà prodotta attraverso pannelli solari e l’energia geotermica.

Insomma un progetto che tiene conto non solo dell’esigenza di abitare ma soprattutto di abitare nel rispetto del nostro pianeta che è la casa di tutti noi.

di Paolo Mai

.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.