Blog

L’importanza dell’educazione emozionale dei bambini

L’educazione emozionale dei bambini insegna ai bambini a controllare e gestire le proprie emozioni. Quando lavori sulle emozioni in classe, fai in modo che i tuoi studenti siano più motivati ​​e li aiutino positivamente nel loro sviluppo intellettuale.

L’istruzione e l’apprendimento dei bambini è una delle principali preoccupazioni dei genitori e anche degli insegnanti. È importante che gli studenti acquisiscano conoscenze accademiche, senza trascurare altri tipi di apprendimento come la gestione dei propri sentimenti. Lo psicologo e scrittore  Daniel Goleman definisce l’educazione emotiva  come “la capacità di riconoscere i nostri sentimenti e quelli degli altri, motivare noi stessi e gestire correttamente le relazioni” . È molto importante che i bambini imparino a identificare e gestire le proprie emozioni, come spiegato dalla  psicologa dell’educazione, Clara Aladrén Bueno ,  “I bambini devono imparare a pensare prima di agire, a controllare la loro aggressività e rabbia, ad identificare, ad esempio, quando sono tristi o felici … E tutto ciò si ottiene educandoli emotivamente fin dalla giovane età. Solo in questo modo saranno più felici e sapranno adattarsi alle diverse situazioni attraverso cui la vita li condurrà ” perchè:

 

  • Saranno studenti cognitivamente più efficaci , avranno più concentrazione e meno interferenze affettive.
  • Sarà un ingrediente rilevante per il tuo successo personale e professionale .
  • Aumenterà la sua motivazione , la sua curiosità e il desiderio di imparare.
  • Espande la nitidezza e la profondità della percezione e dell’intuizione .
  • I bambini saranno emotivamente più felici .

Come lavorare sulle emozioni in classe

L’intelligenza emotiva non è innata nei bambini. Si ottiene attraverso esperienze e relazioni, motivo per cui il ruolo dei genitori e, anche, degli insegnanti nel loro sviluppo emotivo è così importante. Lo psicopedagogo e il pedagogo terapeutico, Mª José Roldán , sottolinea che in classe devi prima stabilire il momento giusto per lavorare sulle emozioni poi dovrai prefiggerti degli obiettivi . Fornisce inoltre alcune attività che è possibile sviluppare in classe per lavorare sull’educazione emotiva :

 

  • Cerca attività per lavorare sulla consapevolezza del corpo e confrontarle con le emozioni , ad esempio sentire le farfalle nello stomaco. In questo modo, gli studenti diventano consapevoli della relazione tra il corpo e le emozioni.
  • Fare attività di rilassamento che consentano allo studente di calmarsi ed eliminare lo stress.
  • Pratica esercizi mirati , come saltare per liberare le emozioni e fermarti per trovare l’equilibrio.
  • Invita i tuoi studenti ad esprimere le loro emozioni , a riconoscere le loro e quelle degli altri. Questa attività può essere svolta attraverso il rapporto delle emozioni con i colori.
  • Coinvolgerli in attività naturali.
  • Insegnargli a riconoscere e rispettare le emozioni degli altri bambini.

Questa è una vera e propria rivoluzione che la nostra scuola deve accogliere, se riusciamo a far comprendere a insegnati e genitori l’importanza della sfera emozionale durante l’insegnamento forse riusciremo a creare una società basata sull’empatia e la capacità di rispettare gli altri e se stessi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.