Blog

L’Intelligenza Emotiva

L’intelligenza Emotiva è definita come la nostra capacità di identificare, comprendere, utilizzare e gestire le nostre emozioni in modo appropriato per comunicare in modo efficace, risolvere problemi, ridurre lo stress ed entrare in empatia con gli altri.

L’intelligenza Emotiva ci fornisce gli strumenti per interagire nella società in modo positivo ed emotivamente sano.

Può essere vista come una combinazione di quattro attributi principali:

Consapevolezza di sé: è la capacità di identificare le emozioni in sé stessi e riconoscere come influenzano il pensiero e il comportamento.

Autogestione: è la capacità di controllare il comportamento derivante dalle emozioni in modo appropriato e produttivo.

Consapevolezza sociale e intelligenza interpersonale: è la capacità di percepire e comprendere i bisogni emotivi degli altri sulla base di segnali verbali e non verbali e la capacità di empatizzare e riconoscere la gerarchia sociale.

Responsabilità sociale e gestione delle relazioni: è la capacità di comunicare in modo efficace, interagire con gli altri in modo emotivamente appropriato.

Perché è importante promuovere l’Intelligenza Emotiva nei bambini…

Le emozioni sono ciò che ci unisce. Fornire tuo figlio di un insieme di abilità sane per l’apprendimento sociale ed emotivo è tanto essenziale quanto dargli cibo nutriente.

La cosa migliore dell’Intelligenza Emotiva è che può rendere più facile il lavoro dei genitori! Se ci pensi, una buona genitorialità dipende da una comunicazione ottimale e le emozioni sono una parte essenziale.

L’Intelligenza Emotiva rende i bambini più capaci di apprendere, risolvere problemi e sviluppare relazioni sociali positive.

Coltivarla è uno sforzo familiare che produce notevoli risultati positivi.

  • Crescita e sviluppo sociale: un bambino con un senso di intelligenza emotiva ben sviluppato sarà in grado di navigare meglio nelle complessità sociali del mondo. I bambini e le bambine di oggi stanno crescendo in un mondo fortemente tecnologico. Interagire con i social network non equivale a vivere e maggiore è la dipendenza dalla tecnologia, minore è il tempo speso a interagire con gli altri. I genitori e gli educatori devono creare un equilibrio appropriato per i bambini tra il tempo dedicato alle attività tecnologiche e il tempo dedicato all’interazione con coetanei e adulti.
  • Successo accademico: una delle componenti del quoziente emotivo è la capacità di gestire o controllare il comportamento che deriva dalle emozioni: la capacità di scegliere un comportamento desiderato rispetto a uno meno desiderabile. Questa scelta dà al bambino un senso di controllo sul proprio mondo, che alla fine si traduce in livelli più elevati di fiducia, e il senso di fiducia porta a un maggiore successo scolastico poiché il bambino continua a sperimentare padronanza e competenza come risultato delle sue scelte positive.
  • Dinamiche familiari migliori: perché un bambino che mostra un comportamento modello in classe è spesso “difficile” a casa? I bambini si comportano secondo le aspettative che abbiamo su di loro. Aumentare la tua autoconsapevolezza riguardo ai tuoi pensieri, sentimenti e comportamenti porta a un maggiore senso di autocontrollo e consapevolezza sociale. Un bambino a cui è affidata la propria gestione emotiva avrà meno probabilità di presentare regolarmente problemi comportamentali.
  • Salute fisica ed emotiva: Purtroppo l’infanzia non è esente da stress. Ai bambini viene chiesto di navigare in un mondo sempre più complesso dove le regole cambiano continuamente. Lo stress ha un impatto fisico sulla salute e sul benessere e quanto incontrollato può incidere sulla salute immunitaria, sulla pressione sanguigna, sui livelli di ansia e depressione. Coltivare l’intelligenza emotiva può aiutare i bambini a sviluppare un sano senso di sé. Con l’aumento dei livelli di fiducia, aumenta anche la resilienza. I bambini sono meno inclini all’ansia e alla frustrazione fluttuanti e hanno maggiori probabilità di stabilire relazioni sane con gli altri.

I modi per coltivare l’Intelligenza Emotiva nei bambini

Quindi cosa possiamo fare noi genitori per insegnare ai nostri figli l’Intelligenza Emotiva?

Ecco alcune cose da tenere a mente:

Riconoscere il sentimento: dì a tuo figlio che capisci che è frustrato, distratto, arrabbiato o triste. Non giudicare, identificati. A volte questo è tutto ciò di cui un bambino ha bisogno per aiutarlo a elaborare l’emozione che sta provando. Ti aiuterà anche a riconoscere di nuovo quel sentimento quando riemergerà in futuro.

Identificare l’emozione: aiuta tuo figlio o tua figlia ad ancorare il sentimento a un nome identificabile. Puoi iniziare con sentimenti semplici come felice, triste, arrabbiato con bambini piccoli e passare a emozioni più complesse come deluso, frustrato, tradito con i bambini più grandi.

Essere presente: a volte è difficile. Nel nostro mondo multi-tasking, è diventato sempre più difficile essere pienamente presenti con un altro individuo. Tuttavia, questo concetto unico è cruciale per coltivare una capacità di intelligenza emotiva. Essere presenti significa che il nostro focus totale è su una cosa: l’altra persona. Non parlare con tuo figlio mentre controlli la posta elettronica, non cercare di avere una conversazione di qualità con tua figlia mentre fai shopping. Queste conversazioni vanno bene, ma non dovrebbero soppiantare il tempo di qualità che dedichi ogni giorno solo per concentrarti su una comunicazione genuina. Questo, più di ogni altro strumento, farà la differenza più grande.

 Gioco di ruolo: durante un periodo in cui tuo figlio ha difficoltà a elaborare un’emozione (rabbia, perdita, frustrazione) o ha difficoltà a entrare in empatia con le emozioni degli altri, proponigli un gioco di ruolo. Il gioco di ruolo incoraggia l’empatia ed è spesso il modo più veloce per diffondere una situazione instabile. Attenzione a non giudicare. Concludi chiedendo a tuo figlio cosa ha notato dell’esercizio. La tua prospettiva sulla situazione è cambiata? Sei meno arrabbiato, frustrato, etc.?

Sviluppo creativo e risoluzione dei problemi: genitori “elicottero” evitate di precipitarsi a salvare il vostro bambino dai guai. Lascia che il tuo piccolo lo capisca da solo. L’esplorazione creativa e la risoluzione dei problemi consentono ai bambini di sviluppare la padronanza del loro mondo. Sperimentano un senso di “processo” e iniziano a formulare un solido livello di fiducia e un sistema di autogestione intrinseco. La soluzione creativa dei problemi offre ai bambini un modo per valutare le loro risposte emotive a situazioni difficili. Incoraggia tuo figlio a trovare soluzioni per aiutare a sviluppare resilienza e flessibilità.

Fomentare l’empatia: uno dei modi migliori per promuovere l’empatia nei bambini è attraverso l’uso di animali. I bambini hanno un legame naturale con gli animali e, grazie al mondo dell’animazione, attribuiscono loro attributi umani. Un animale domestico può consentire a un bambino di osservare i comportamenti che l’animale potrebbe utilizzare per comunicare i suoi bisogni. Questo è un ottimo modo per i bambini di iniziare a osservare e comprendere i segnali di comunicazione non verbale.

Impegnati a trascorrere solo 2 minuti oggi con i tuoi figli in modalità di osservazione. Identifica le emozioni e prendi nota del comportamento dei tuoi figli.

  • Il suo comportamento corrisponde allo stato emotivo attuale o sta mascherando un’emozione sottostante che deve essere riconosciuta?
  • Quali modelli noti?
  • Tuo figlio fa i capricci quando è frustrato o si spegne?
  • Tua figlia piange quando è spaventata o arrabbiata?

Imparare a differenziare il comportamento dalle emozioni è la chiave per aiutare tuo figlio a coltivare un’intelligenza emotiva ben sviluppata.

Nel corso della prossima settimana, fai un inventario del tuo barometro emotivo.

  • Come si manifestano le tue emozioni nei comportamenti?
  • Sono sani o autodistruttivi?
  • Quali modelli noti?
  • Quali messaggi presenti ai tuoi figli?
  • Le tue emozioni/comportamenti innescano risposte emotive in altri membri della famiglia?
  • Quali vecchi comportamenti puoi scartare a favore di nuovi che migliorano le tue capacità interpersonali e ti aiutano a gestire le tue emozioni in modo più efficace?
  • Come puoi usare alcune delle tecniche e strategie qui descritte per aiutare i tuoi figli a progredire nello sviluppo della loro intelligenza emotiva?

L’Intelligenza Emotiva è un’abilità fluida che possiamo continuare a migliorare per tutta la vita. La nostra intelligenza intellettuale aiuta nella nostra ricerca del successo scolastico, ma la nostra intelligenza emotiva è ciò che ci consente di gestire lo stress, le interazioni e le complessità sociali del nostro mercato globale in continua evoluzione.

Quale regalo migliore possiamo dare ai nostri figli della capacità di godere di un maggiore senso di soddisfazione per la vita?

Insegnando loro cos’è l’Intelligenza Emotiva e come possono organizzare/regolare le proprie emozioni, possiamo garantire che siano meglio attrezzati per navigare nel mondo complesso che hanno davanti.

Autrice: Johannes Ruiz Pitre (Neuroeducatrice)

Fonte: https://www.crianzapositiva.es/que-es-la-inteligencia-emocional-y-por-que-es-importante/?fbclid=IwAR19k0cbNK7E1j4MAfTvR0tEzwr_BMiWSbicy8w2fbjyirKG4mtz48LVa98

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.